Claudio Baglioni, rivelazione shock: “Nel futuro andrò in un convento di clausura”

La celebre rassegna musicale “O’ scia”,  ideata dal cantante Claudio Baglioni e realizzata ogni anno a settembre presso l’isola di Lampedusa, si svolgerà anche quest’anno: lo ha fatto sapere lo stesso cantante, il quale ha rilasciato una lunga intervista pubblicata sul settimanale A, all’interno della quale vi è anche un invito a Piersilvio Berlusconi ad organizzare un evento musicale insieme al ministro Roberto Maroni, dove il premier canterebbe e il ministro suonerebbe alla tastiera.

Inoltre, Baglioni ha fatto una rivelazione shock su come vede il suo futuro, non come quello di altri cantanti famosi come Mina, Battisti, o Greta Garbo, che continuano ad intrattenere il pubblico mandando messaggi da lontano, ma all’interno di un convento di clausura, per riflettere ed interrogarsi, per pensare ed assaporare il silenzio, e forse anche per ringraziare Dio della serenità e della fortuna che gli ha regalato in questa vita.

“Non è una battuta, è una riflessione che dura – ha fatto sapere il cantante -. Sì, un convento di clausura: per pensare, per interrogarmi, per assaporare i silenzi. La fede è ricerca continua. E oggi sento il bisogno di essere utile, di fare qualcosa per qualcun altro. Forse è un modo per farmi perdonare successo, denaro, riflettori. Ma forse è anche qualcosa di più grande: la felicità non si vive da soli, si divide e si scambia”.



Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *